Aiuto ai naviganti

Pubblicato: febbraio 8, 2014 in Uncategorized
Tag:, , ,

Butto giù una sorta di memorandum, una piccola nota di viaggio (chiamarlo consiglio lo troverei eccessivo) che spero possa tornare utile a chi – come me – abbia tra le proprie passioni qualsivoglia contesto artistico. Pittura, musica, scrittura.. cose così insomma; quel tipo di “spauracchi” vintage che spingono la gente a spremere un po’ di sana e vecchia materia grigia.

Probabilmente vi sarà già capitato di informarvi sui modi in cui sia possibile esporre/fare live/pubblicare, se la risposta è sì saprete già cosa potreste leggere a breve.  Troverete una miriade di possibilità di fronte a voi, tante belle parole e promesse. Attenti. Se c’è un ambito pieno di trappole è proprio questo. Se avete il dubbio di essere – o stare per – incappare in una di esse tenete a mente questa piccola ma essenziale regola di base:

Non accettate offerte da terzi (se a pagamento a maggior ragione) con l’esca aumenterà la vostra visibilità. Lo dicono praticamente tutti, dagli enti locali fino alle gallerie più o meno – nella maggior parte dei casi “meno” – importanti, dalle riviste passando per eventi di svariata natura.

Il mercato dell’arte non è in crisi perché l’economia va a rotoli da tempo, affatto. L’arte intesa come “bene” è da sempre ritenuta un settore di lusso e, come tale, chi prima aveva i soldi per permettersela, oggi li ha comunque. Il vero problema è che l’artista oggi è considerato il cliente dai soggetti sopra elencati e non il motore dell’intero sistema, nel momento in cui accettate questo tipo di proposte accettate di pari passo il sistema che vi vede penalizzati.

Esiste internet, portali, network dedicati a questo e la visibilità la ottenete gratis facendo quello che fate ed il passaparola darà spazio ad ognuno di voi. Se proprio dovete investire denaro per continuare a seguire quella che è – giustamente – la vostra ambizione fatelo con il vostro tempo ed i materiali che vi occorrono, non vi serve altro.

Detto questo tenete duro, sempre e comunque. Lo dovete a voi stessi e, altrettanto, alle persone che tramite i vostri lavori potreste stimolare; in senso emotivo ma – anche – magari a mettergli in testa la pulce di provare a fare arte a propria volta. Quella è una soddisfazione come poche altre.

In bocca al lupo,

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...